Vai al contenuto principale Vai alla navigazione principale Vai alla navigazione secondaria

News della Provincia

Al via il tavolo per il nuovo contratto dei dipendenti provinciali

Aperta la trattativa con i sindacati per il rinnovo del contratto collettivo del personale della Provincia. Focus su smart working e formazione duale.

La riunione di stamani nella sala della Giunta provinciale. Foto: USP/sf

Una maggiore applicazione dello smart working, una revisione dei profili professionali, uno sviluppo dell’attuale sistema di indennità e del trattamento legato alla produttività, quando consentito dalla normativa l’introduzione della formazione duale anche all’interno della pubblica amministrazione. Sono questi temi che, tra altri, saranno affrontati nell'ambito delle trattative per il nuovo contratto collettivo di comparto dei dipendenti provinciali. Oggi (14 settembre) il via alla trattativa con un incontro fra i rappresentanti dell’ente pubblico – il presidente della Provincia, l’assessore al personale e il direttore della Ripartizione personale Albrecht Matzneller – e i rappresentanti dei sindacati Angelika Hofer e Ulli Bauhofer (Agb/Cgil), Marisa Mantovan e Günther Patscheider (Sgb/Cisl), Raffaella Cerutti (Sgk/Uil), Karin Wellenzohn (Agsb/Dipendenti provinciali) e Gianluca Moggi (GS). Obiettivo primario del rinnovo del contratto, risalente ormai ai 2002, è quello di aumentare l’attrattività della pubblica amministrazione.

A fronte di un’economia in salute e del generale aumento dell’età media del personale (47,4 anni con un trend in crescita) la prospettiva è infatti quella di una sempre maggiore difficoltà di reperire forza lavoro da inserire nella struttura provinciale, anche a fronte del previsto aumento dei pensionamenti (247 nel 2015, 198 nel 2016, 310 nel 2017). "Rendere più flessibili le modalità di lavoro attraverso lo smart working, l’incremento delle indennità e del premio di produttività, nonché una revisione del sistema dei profili professionali con una maggiore valorizzazione dell’esperienza lavorativa pregressa sono le tre strade che abbiamo iniziato a percorrere insieme ai sindacati nell’ambito dell’incontro odierno" ha spiegato Matzneller. Oltre all’apertura di un tavolo di lavoro per il rinnovo del contratto collettivo, l’amministrazione provinciale vuole lavorare con il Governo per porre le basi per consentire ai giovani di formarsi anche nell’ambito dell’ente pubblico secondo il sistema duale già utilizzato dalle aziende private. Nelle prossime settimane un nuovo incontro fra le parti sancirà l’apertura ufficiale della trattativa per un nuovo contratto collettivo di comparto.

(sf)